Chi siamo

segreteria@coroadartem.it

Il 26 maggio 2022 segna la data di inizio attività del Coro Polifonico “Ad Artem” di Orsenigo (CO), raffinato progetto musicale del M° Stefano Stefanoni.

L’organico è formato da circa 25 appassionati e competenti cantori a voci miste del territorio lombardo provenienti da varie esperienze corali, molti dei quali sono detentori di titoli accademici musicali e non.

L’intento è quello di dedicarsi “Ad Artem” (all’arte) della musica, promuovendo il canto corale nelle sue diverse forme.

Il repertorio spazia dalla polifonia antica al repertorio del periodo romantico fino ad arrivare alla musica contemporanea sacra.

Il 9 Giugno 2023 il Coro si costituisce legalmente in Associazione.

L'anno 2024 vede un'importante svolta per questa formazione: 

- diventa membro di "Cori Lombardia"

- diventa membro di "Italiacori"

- diventa membro di "FE.N.I.A.R.CO. APS" (Federazione Nazionale Italiana Associazioni Regionali Corali)

- si iscrive al R.U.N.T.S. (Registro Unico Nazionale del Terzo Settore del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali) ottenendo lo status di "Associazione di Promozione Sociale - Ente del Terzo Settore"; 

- in linea col proprio statuto partecipa al suo primo evento di beneficenza in favore dell'Associazione Alzheimer e demenze della provincia di Sondrio

- viene ammesso a partecipare al I° Concorso Corale Nazionale Città di Chiari (BS) dove ottiene, nella propria categoria (Cori a voci miste), il 5° posto su 19 formazioni corali;

- viene selezionato per uno scambio culturale/gemellaggio corale con il premiato Coro da Camera "Ultima Thule" di Tromsø/Norvegia durante il loro viaggio in Italia.

Durante questo breve periodo di attività si esibisce nelle provincie di Brescia, Como, Lecco, Sondrio riscontrando positivi ed entusiasmanti consensi di pubblico per la qualità dei contenuti proposti.

Ascoltaci

Visita il nostro canale Youtube



Il Saluto del Presidente

presidenza@coroadartem.it

Sono onorato di aver accettato la proposta di ricoprire questa carica affidatami dell’assemblea dei Soci, rimango comunque perplesso ma lusingato per questo invito giunto dal consiglio accademico di propormi quale idoneo.

È difficile sintetizzare in poche righe un breve pensiero di questa nuova mia missione ed è altrettanto difficile “scegliere” cosa raccontare.

Avevo nove anni quanto ho cominciato a studiare musica.

Dopo oltre quarant’anni non mi sono ancora stancato di questa affascinante arte che mette in connessione persone di cultura ed artisti di varia natura.

Durante tutti questi anni, grazie alla musica, ho avuto il privilegio di esibirmi, assieme a diverse eccellenti formazioni orchestrali e corali, in Italia ed all’estero (Austria, Germania, Svizzera) in prestigiosi luoghi unici, in templi della musica, in festival e concorsi nazionali ed internazionali, talvolta anche in diretta televisiva e radiofonica.

In un mondo dove si pone, purtroppo, ancora troppo l’attenzione sui vari conflitti internazionali in nome della propria ragione, l’esperienza corale offre tutt’oggi puntuali occasioni per un costante impegno nel rispetto per questa immensa arte. 

La polifonia, la magica fusione di più voci differenti che, come in un perfetto ingranaggio, permette di esprimersi nel medesimo gruppo in un’unica meravigliosa composizione, spesso all’interno di luoghi che sono delle vere e proprie opere di capolavori della storia dell’arte.

La nostra formazione corale si presenta al pubblico con un gruppo eterogeneo dall'età media di 46 anni, in modo sincero, umile, rispettoso delle regole e degli impegni sociali assunti.

Tutto questo, anche secondo me, è tradotto in bellezza. La bellezza che ognuno di noi apporta, assicura e dona al prossimo. 

La bellezza non ha specifiche voci, la bellezza non ha determinati colori e forme, la bellezza non ha confini, la bellezza non ha nazioni, la bellezza siamo tutti noi e non dobbiamo smettere mai di produrla.

Sembra proprio il decalogo del buon vivere, nel rispetto appunto di tutte le regole senza le quali nessuno potrebbe esprimersi, interpretare, creare…

Ambrogio Cantaluppi - Socio Fondatore, membro della sezione Tenori
Gennaio 2024



come sostenerci
tesoreria@coroadartem.it



"EROGAZIONE LIBERALE"
è possibile donarci qualsiasi cifra, di propria libera scelta, per il sostegno delle nostre attività artistiche, 
disponendo un bonifico direttamente sul nostro conto corrente bancario

IBAN: IT 34 Z 03268 51270 052440921390


oppure / anche

destinare la propria quota del 5 x 1000 attraverso la dichiarazione dei redditi,
avendo cura di scrivere il nostro codice fiscale n° 93020140138 nell'apposito spazio

oppure / anche

decidere di destinarci una delle seguenti quote annuali diventando nostro Socio, 
inviando la propria candidatura, contattandoci utilizzando la richiesta qui sotto


Quota Socio ordinario annuale: € 20,00
Quota Socio Sostenitore annuale: € 50,00
Quota Socio Benemerito annuale: € 100,00

Richiesta nuova/o Socia/o

Gentile utente, ti informiamo che comunicandoci i tuoi dati personali, ed in particolare la tua e-mail, presti in nostro favore il tuo consenso ad utilizzarla per l'invio di materiale informativo relativo alla nostra attività e alle iniziative culturali ed educative in campo musicale da noi organizzate o sostenute, per tutto il tempo in cui deciderai di dedicarci la tua attenzione. I tuoi dati sono trattati da Coro Polifonico "Ad Artem" APS, titolare del trattamento, in osservanza dei principi di liceità, correttezza ed esattezza, con sistemi manuali e/o informatici, nel rispetto delle misure minime di sicurezza, per le finalità su descritte. I tuoi dati non saranno in alcun modo diffusi e potrai in ogni momento revocare il consenso, rivolgerti all'Autorità di Controllo o esercitare i diritti che ti sono riconosciuti dall'art.13 GDPR (accesso, rettifica, cancellazione, limitazione, opposizione al trattamento e portabilità dei dati) inviando una mail a: info@coroadartem.it.